Forum / Scenario

Alcuni spunti di riflessione sul LUXURY MARKET

Alla base di una straordinaria crescita del lusso vi è stato un miglioramento del benessere globale.

I super ricchi sono in aumento e consumano diversamente, non solo perché hanno maggiore disponibilità economica, ma anche perché possono dedicare sempre più tempo allo shopping e ai propri piaceri e passioni.

Con il passare del tempo tale interesse si trasforma in passione e si traduce in investimenti in pezzi unici, prodotti artigianali o edizioni limitate.

Gli oggetti di lusso possono anche essere rappresentativi di un determinato status o simbolo di appartenenza a un determinato mondo.

Esiste un mondo a parte in cui le persone comprano oggetti di lusso, compreso dimore importanti, opere d’arte o altro per mero investimento o per diversificare il proprio patrimonio e proteggersi dalla volatilità dei titoli azionari.

I Ricchi non vogliono apparire simili a nessun altro se non a loro stessi.

Non vogliono solo marchi conosciuti ma hanno un grande interesse anche per articoli fatti su misura o di design prestigioso e di buona «firma»

Le abitudini di consumo nel mercato del lusso sono cambiate. In particolare molti ricchi presenti nei mercati emergenti hanno sviluppato gusti più sofisticati rispetto al passato. “C’è stato un forte e crescente interesse verso l’unicità dei prodotti , con particolare attenzione al lavoro fatto a mano, alla qualità dei materiali e alla storia che c’è dietro alla sua produzione”, oltre alla firma che garantisce l’alta qualità...

Il mondo è sempre più veloce e interconnesso e con esso anche il mercato del lusso e gli operatori che lo presidiano.

Per queste persone il mondo digitale è molto importante, “mostra come vivono e come fanno le loro scelte e Instagram tra i vari strumenti gioca un ruolo importante”.

Negli aspetti pratici il lusso viene manifestato con lo sfoggio di:

Automobili e altri mezzi di trasporto veloci e costosi.

Yacht o imbarcazioni di grande prestigio.

Abitazioni lussuose in luoghi privilegiati ed esclusivi.

Arredi-home interiors.

Quadri e opere d'arte.

Oro e gioielli.

Abiti costosi per stoffe e fattura.

Frequentazione di ambienti o località esclusive.

Vini e cibi rari.

Altro, vedi tabella a seguire che indica cosa appartiene al lusso accessibile e cosa al lusso importante-extralusso che diviene oggetto di attenzione e interesse d’acquisto da parte dei ricchi veri-super ricchi e Ultra ricchi.

Immagini gentilmente da The House of Luxury


Alcune proposte dei Fashion & Luxury Brands

Chi è questo super ricco?
Cosa intendiamo per ricco vero?

La linea di demarcazione classica degli UHNWI è la disponibilità di asset, liquidi o meno, per almeno 30 milioni di dollari/euro. Una somma che permette di vivere in agiatezza per più generazioni, di effettuare acquisti di una certa consistenza (Yacht, Jet, Opere d'Arte, Arredamenti di Lusso, Auto, Gioielli, Vestiti, etc) e che richiede una qualificata consulenza personalizzata costante anche di Wealth Management.

Sappiamo davvero tutto dei ricchi?

Sicuramente no, anzi per certi versi ne sappiamo sempre meno. La ricchezza si allontana dal nostro punto di osservazione perché si rileva sempre più spesso in paesi e culture da noi distanti, perché le persone abbienti tengono sempre di più alla loro privacy e mantengono molteplici residenze, perché si muovono in circoli sempre più ristretti, perché l'immagine che abbiamo di loro è legata a stereotipi ormai obsoleti.

Dove cercare queste persone?

In Italia non vediamo crescere nuovi ricchi. Quei pochi imprenditori/professionisti che sono diventati tali lavorando e producendo la loro ricchezza all'estero e probabilmente là manterranno il centro dei loro interessi e dei loro patrimoni, compreso le molteplici residenze di lusso.

Conosciamo davvero questo cliente?

Il professionista, l'azienda, l’impresa, l'albergo, il brand o la firma che prospera o vuole lavorare con una clientela di fascia alta, deve ovviamente curare al massimo la qualità del prodotto e del servizio e deve essere disponibile a personalizzare con molta cura ogni aspetto della sua offerta.

Ma deve anche evitare di cadere in luoghi comuni.
Abbiamo un'immagine molto parziale del ricco. Ce lo figuriamo anziano, maschio, nullafacente e un po' egoista. Questo era forse l'identikit giusto di tanti anni fa.

Oggi invece la persona molto abbiente sempre più spesso è anche una donna , nel pieno della sua vita lavorativa e preoccupata di godere e condividere la propria ricchezza.
Resistono insomma diversi pregiudizi basati su esperienze ormai obsolete, ma che non corrispondono più alla realtà.

Chi è il plurimiliardario medio?

Dimentichiamo il ragazzino divenuto ricco grazie ai social media o a un'app. Si tratta dell'eccezione.
Dimentichiamo anche l'ereditiera o un playboy che vive dell'azienda di papà. Anche queste sono sempre più delle rarità.
Le donne milionarie hanno costruito da sole la loro ricchezza o hanno aumentato con il loro lavoro un'eredità ricevuta.
Sostanzialmente il milionario medio è un uomo (in otto casi su 10) di 65 anni, che ha fatto fortuna in attività finanziarie, professionali o industriali classiche, lavora ancora nelle sue aziende, ha tre figli e vive in una grande città, soprattutto se è americano o asiatico. Nella UE la concentrazione nelle grandi città è minore.

Cresce ogni anno il numero e la ricchezza dei milionari, la buona notizia per tutte le imprese che hanno i milionari e i miliardari fra i loro principali clienti reali e potenziali è che i loro asset sono sempre più liquidi. Il clima generale favorevole ai compratori, ha incentivato disinvestimenti e cessioni di aziende. A fine 2016 il 22% degli asset erano liquidi e quindi disponibili per spese ed investimenti in Case e Dimore importanti, in Trophy Asset immobiliari e Opere d’arte.

Il mercato del lusso e le tipologie di prodotti

I focus dell'evento saranno: Home Interiors - Arte - Nautica

Immagini gentilmente offerte dai partner
Le Grand Mag e The House of Luxury

Il target di riferimento

Il target degli invitati all'evento sono Presidenti, Amministratori delegati, Direttori Generali, Direttori Commerciali, Direttori Marketing e Retail Manager di importanti aziende interessati a conoscere meglio i loro potenziali clienti, appartenenti al mondo degli Ultraricchi, con cui possono sviluppare relazioni più proficue e incisive sul piano commerciale, anche grazie all'utilizzo dei servizi e dei mezzi della Mercurion e della Wealth-X che verranno presentati e illustrati nel corso dell'evento.

I settori coinvolti sono:

• Home Interiors
• Design e Arredo
• Complementi di arredo e accessori
• Illuminazione
• Operatori di mercato dell'Arte(Gallerie, case d'Asta, etc)
• Real Estate Developer di alto profilo
• Studi di Architettura e Interiors Design (top 150)
• Top Retailers dell'Home Interiors
• Cantieri Navali e società di Brokeraggio
• Fashion & Luxury Brand

Mercurion e i suoi partners tra cui Wealth-X, analizzeranno nel corso dell'evento di Milano del 13/09/2017 i flussi di ricchezza internazionali, le esigenze e le idiosincrasie di quelle 226.450 persone che, nel mondo, possiedono patrimoni pari o superiori a 30 milioni di dollari a testa.

Una risorsa per Private Banking, Asset Manager, Grandi Maison, Catene di Hotel, Aziende di Home Interior e operatori del mondo del Design e dell’Arte, etc, che parteciperanno come ospiti dell'evento organizzato presso la sala Agorà della Triennale di Milano.

COOKIE POLICY Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Cliccando OK, proseguendo nella navigazione, scorrendo o interagendo con la pagina acconsenti all'utilizzo dei cookie. COOKIE POLICY
OK